Per il suo funzionamento ottimale questo sito utilizza i cookies. Procedendo nella navigazione se ne accetta implicitamente l'utilizzo (Maggiori informazioni). Accetto

Promozione sociale

Da sempre l'ENDAS cerca di portare avanti iniziative legate al sociale con forte spirito di servizio

Con l’entrata in vigore della nuova legge sul Terzo Settore ed in attesa dei regolamenti attuativi, l’Endas, forte della propria esperienza, maturata nel settore della Promozione Sociale, ha subito colto le nuove prospettive di progettazione, previste dalla Legge 117 – art. 78, presentando un progetto di “Inclusione Sociale”, che è stato finanziato per l’anno 2017, “Mio fratello è figlio unico”. Il risultato raggiunto è frutto del lavoro della rete di progetto dell’Endas, che si è costituita all’epoca dell'entrata in vigore della Legge 383 del 2000.
A maggior ragione, con il riordino del settore, l'ENDAS ha visto potenziato il proprio campo d'intervento, trovando per le sue molteplici attività nel settore del sociale un riconoscimento istituzionale ed un sostegno economico.
Prima del 2000 l'ENDAS aveva sempre cercato di portare avanti iniziative legate al sociale con forte spirito di servizio, supportato dalle strutture regionali e dalle singole associazioni affiliate, incontrando spesso una serie di difficoltà dovute sia alla penuria di risorse economiche da poter destinare a queste attività sia ostacoli di natura amministrativa derivanti dalla mancanza di strumenti legislativi atti a supportare simili iniziative.

L'entrata in vigore, prima della Legge 383 e poi della Legge 117, hanno finalmente consentito il decollo nell'ambito delle attività di promozione sociale. I nostri progetti da allora hanno avuto il riconoscimento del Ministero del Welfare (ora Ministero del Lavoro, e delle Politiche Sociali) e sono stati finanziati con continuità' dall'annualità 2002.

L'ENDAS ha da un lato presentato iniziative di formazione ed aggiornamento per lo svolgimento delle attività associative, nonchè progetti di informatizzazione e di banche dati in materia di associazionismo sociale (lett. d). In questo specifico settore sono stati approvati i seguenti progetti:

  1. anno 2002 - "Il portale ENDAS: socialità nel territorio;
  2. anno 2003 - "S.F.I.S. - Strumenti di formazione e informazione sociale";
  3. anno 2004 - Progetto per banca dati su domanda e offerta di lavoro - Sviluppo e test di corsi per FAD attraverso internet;
  4. anno 2006 - Formazione dirigenti addetti alla gestione di strutture destinate allo svolgimento delle attività sociali;
  5. anno 2007 - Formazione addetti in gestione del turismo sostenibile e degli eventi aggregativi culturali, sociali sportivi; creazione banca dati del turismo ENDAS.

Dall'altro sono stati proposti progetti sperimentali, elaborati anche in collaborazione con gli Enti locali, per far fronte a particolari emergenze sociali e per favorire l'applicazione di metodologie di intervento particolarmente avanzate (lett. f). In questo settore sono stati approvati i seguenti progetti:

  1. anno 2002 - "Giovani e anziani a confronto";
  2. anno 2003 - "Disabilità ed integrazione - Una rete a sostegno del recupero delle risorse umane";
  3. anno 2004 - "L'impresa sociale e lo sviluppo sostenibile, politiche giovanili e rete sociale";
  4. anno 2005 - "Disagio giovanile e cittadinanza sociale";
  5. anno 2006 - "Mobbing ed associazionismo - un circuito di sostegno ai soggetti in condizioni di marginalità e disagio sociale";
  6. anno 2007 - "Un Prato per lavagna".

I motivi che nel campo di attività previste dalla lett. d ci hanno spinto a presentare progetti di informatizzazione e creazione di una rete nazionale, oltre che di formazione a distanza, vanno ricercati nella esigenza, sempre più avvertita dalle nostre strutture periferiche e da quella nazionale, di una comunicazione-informazione continua ed aggiornata, ricca di spunti e contenuti relativi alle attività sociali.

Nel campo di attività invece, previsto dalla lett. f ci siamo ispirati ad un modello di comportamento che tenesse conto di una duplice esigenza: da un lato operare sulle fasce deboli per cercare di trovare una risposta innovativa alle loro problematiche; dall'altro motivare soggetti diversi (giovani disocccupati e occupati non professionalizzati) attraverso l'interazione con problematiche di soggetti appartenenti alle fasce deboli.

Come si evince una enorme opportunità di intervento nel settore della promozione sociale, opportunità offerta attraverso i progetti a tutte le strutture periferiche dell'ENDAS che, con la partecipazione dei circoli affiliati, hanno la possibilità di fare un lavoro capillare sul territorio, monitorando anche, in corso d'opera, i risultati degli interventi.